Motivo in piu per comprare una proprieta in Toscana

Motivo in piu per comprare una proprieta in Toscana

1. Duomo di Firenze e Campanile di Giotto
La visita della città non può che cominciare da Santa Maria del Fiore, il Duomo di Firenze, cuore e simbolo della città. Ogni giorno, migliaia di turisti e passanti affollano questa piccola area compresa tra il maestoso Duomo del Brunelleschi, il Campanile di Giotto che svetta sul lato, e il Battistero. La facciata del Duomo illumina la piazza con il bianco dei marmi di Carrara in contrasto con la Cupola del Brunelleschi, che mostra il rosso accesso delle tegole, quello stesso colore che si ammira a perdita d’occhio osservando il panorama della città e dei suo tetti dalle altezze della cupola. Santa Maria del Fiore è per dimensioni la terza basilica al mondo, preceduta da quella di San Pietro a Roma e St. Paul a Londra. La Cupola venne costruita sul modello del Pantheon e realizzata senza impalcatura classica (ma con una sottocupola) perché all’epoca, era impossibile costruire impalcature così grandi! Progettato a metà del 1300, il Duomo svetta di 15 metri sul Campanile di Giotto, costruito nel 1334, e alto 85 metri.

2. Piazza della Signoria e Loggia dei Lanzi
L’elemento centrale della piazza più famosa di Firenze, Piazza della Signoria, è il trecentesco Palazzo Vecchio, sede del potere civile e amministrativo della città. Dominano la vista le antiche sculture in marmo o pietra serena, come quella del Marzocco di Donatello, il possente leone appoggiato sull’emblema con il giglio fiorentino; o la Fontana del Nettuno, chiamata goliardicamente “Biancone” dai fiorentini, la prima fontana pubblica della città. Spostandosi verso la Galleria degli Uffizi, si trova riparo sotto la Loggia dei Lanzi. Costruita alla fine del Trecento, la loggia ospitava le antiche assemblee pubbliche. Oggi raccoglie numerose sculture in marmo, con l’eccezione del capolavoro bronzeo di Benvenuto Cellini: il Perseo, risalente al 1554, che con gesto atletico espone trionfante la testa decapitata di Medusa.

3. Santa Croce
Questa lunga piazza rettangolare, delimitata da larghe panchine in pietra, è uno dei punti di ritrovo più amati e frequentati dai fiorentini: sia per i numerosi locali e ristoranti che affollano le strade circostanti, sia per la vicinanza con la biblioteca nazionale, o per le frequenti manifestazioni – tra le più celebri il calcio in costume – che vi si tengono annualmente. La statua in marmo del Sommo Poeta, Dante Alighieri, realizzata nel 1865, svetta davanti alla facciata della basilica di Santa Croce, anche nota come Tempio dell’Itale Glorie per conservare al suo interno le spoglie di sommi artisti, letterati e scienziati: Foscolo, Rossini, Machiavelli, Galileo, Michelangelo, per citarne alcuni. Rimarrete estasiati dalle cappelle decorate da Giotto, oltre a riscoprire le opere di Cimabue, Canova e dei della Robbia.